bitcoin crollerà se il mercato azionario crolla?

bitcoin crollerà se il mercato azionario crolla

Bitcoin ha continuato a farsi strada verso la vetta anche se lo spazio cripto continua a godere di una massiccia ondata di adozione. Ma la grande domanda sulle labbra di molti appassionati di criptovalute è se i cicli di dimezzamento di bitcoin possono spingere attraverso un'ipotetica crisi economica post-covo o se il numero uno criptovaluta da parte del market cap destinato ad essere correlato alle azioni? Continuate a leggere mentre approfondiamo. 

Il 2009 è un anno piuttosto significativo per le criptovalute. Da un lato, ha segnato la genesi del Bitcoin, e dall'altro, il 2009 ha dato il via ad un mercato toro senza precedenti nel mercato azionario degli Stati Uniti, un mercato toro che è continuato da allora. Ma come ogni mercato finanziario, ci sono sempre voci e previsioni di un imminente crollo. Detto questo, questi mormorii stanno diventando più forti di giorno in giorno. 

Nonostante la pandemia Covid-19 sia rimasta più a lungo di quanto ci si aspettasse, il mercato azionario continua a spingere più in alto, grazie alla quantità senza precedenti di supporto governativo di cui sta godendo. Ma ora che le politiche di quantitative easing non sono più attuate, c'è qualche giustificazione per le voci di un crollo del mercato azionario? Continuate a leggere mentre ci addentriamo un po' di più. 

Se questo è il caso, allora la criptovaluta numero uno per market cap, BTC, probabilmente subirà un colpo. E questo perché gli esperti credono che ci siano segni di una robusta correlazione tra bitcoin e le azioni. Quindi ora, la grande domanda è: cosa succederà alle criptovalute se ci dovesse essere un crollo del mercato azionario? Continuate a leggere perché arriveremo a tutto questo tra un po'. 

C'è la possibilità di un incidente?

Prendendo crypto fuori dall'argomento, i crescenti argomenti e le previsioni su un crollo dei prezzi delle azioni è imminente e ha qualche merito. Per esempio, il tasso d'inflazione negli Stati Uniti in giugno è stato significativamente più alto di quanto ci si aspettasse. Da un lato, il governo degli Stati Uniti ha continuato ad emettere obbligazioni e ad assumere più debito al punto che ora si parla di aumentare il livello del debito del paese. 

La giustificazione popolare per questa decisione è stata attribuita agli effetti dello sforzo di soccorso della pandemia in corso. Sfortunatamente, il governo ha continuato a spingere di più nell'economia nonostante altri segni come i prezzi delle azioni statunitensi che indicano che il soccorso non è necessario. Inoltre, i mercati immobiliari statunitensi stanno godendo di una notevole impennata. Inoltre, la Federal Reserve ha continuato ad avvertire che gli investitori stanno diventando sempre più sconsiderati, facendo riferimento al crescente appetito per i meme stock e le criptovalute come casi specifici. 

La realtà è che tutto il denaro che il governo sta pompando nell'economia prima o poi si esaurirà. Questo è il motivo per cui molti esperti hanno un argomento giustificabile che un crollo è imminente. Secondo Michael van de Poppe, un trader a tempo pieno ed editorialista, "le aspettative di una pesante correzione sono giustificate", aggiungendo: "Le possibilità di un crollo [del mercato azionario] aumentano di giorno in giorno, poiché i mercati si stanno surriscaldando pesantemente - non solo nelle azioni, ma i mercati immobiliari stanno mostrando segnali simili. [...] Il mercato sta entrando in una fase di bolla, creata da una quantità folle di stampa da parte della Fed, attraverso la quale la classe media viene spremuta".

Mentre il responsabile marketing dello scambio AAX, Toya Zhang concorda sul fatto che un crollo è imminente, invita gli investitori a mantenere la calma e a non tentare di prevedere i tempi. "Dato quanto sono comuni i cali del mercato azionario e il fatto che il mercato è in qualche modo sopravvalutato, penso che ci sia una probabilità ragionevolmente alta di una flessione del mercato azionario", ha aggiunto Zhang. "Nessuno può dire esattamente quando accadrà, però".

Per quanto tempo bitcoin e le azioni rimarranno correlate?

La grande domanda sulla bocca di molti analisti finanziari è quanto sono stati legati i recenti recuperi sia nelle azioni che nei mercati finanziari. mercato delle criptovalute nel marzo del 2020? Ad essere onesti, la maggior parte degli analisti azionari e finanziari sono stati piacevolmente sorpresi da quanto sia stato veloce il recupero. Nonostante il fatto che le azioni come l'S&P 500 siano fortemente skew to tech, questo dimostra quanto velocemente il mondo sia diventato digitale. 

D'altra parte, la narrazione all'interno dello spazio cripto è stata molto diversa. In assenza di qualsiasi spiegazione ragionevole per il crollo del mercato delle cripto, molte persone sono state piacevolmente sorprese che il BTC si sia comportato in un modo che sembrava rispecchiare le azioni. Dopo tutto, c'è sempre stato questo presupposto che bitcoin fosse non correlato e che avrebbe agito come una copertura contro asset più tradizionali come i metalli preziosi e le azioni. 

Se le recenti esperienze sono qualcosa da seguire, allora la storia suggerisce che in caso di un crollo del mercato azionario, il mercato delle criptovalute molto probabilmente subirà un colpo. E se questo fosse il caso, lo scenario alternativo sarebbe quello di investitori che convertono i loro beni in cripto. Anche senza l'evento del marzo 2020 con il senno di poi, questo scenario sembra improbabile e questo perché la criptovaluta ha la reputazione di essere un bene notoriamente volatile e non testato come rifugio sicuro nelle crisi finanziarie. 

Ciononostante, ciò che accade dopo un crollo potrebbe aprire la porta per una discussione più interessante sulle correlazioni di mercato. E se, per esempio, dopo un crollo del mercato azionario, non assistessimo a nessuna modalità di recupero automatico? Anche se non ci piace sembrare pessimisti, questo scenario è un'ipotesi abbastanza ragionevole, specialmente considerando che l'effetto pandemico è ormai prezzato nei mercati. Inoltre, c'è molta meno incertezza in questo momento rispetto al marzo dell'anno scorso. 

Come reagirebbe l'bitcoin nella fase di un prolungato periodo piatto o addirittura ribassista delle azioni statunitensi? La premessa più solida per Bitcoin è non correlato alle azioni è che bitcoin ha i suoi cicli di mercato unici, uno che è stato pesantemente legato al dimezzamento, un evento che detta i movimenti in modo molto più convincente di qualsiasi forza economica esterna. Se la guardiamo da questa angolazione, potremmo sostenere che indipendentemente dal fatto che i mercati azionari si siano ripresi dopo marzo 2020, gli eventi di dimezzamento del BTC avrebbero comunque spinto la criptovaluta numero uno per capacità di mercato a raggiungere nuovi massimi storici a prescindere. 

Ma anche sullo sfondo di BTC stock-to-flow sviluppato da PlanB, il prezzo di bitcoin ha continuato a lottare per rimanere all'interno del confine di recente. Detto questo, il recente rally del prezzo mostra che il modello ha retto abbastanza bene, inoltre, i prezzi stanno attualmente mostrando una significativa promessa di una ripresa sostenibile. Quindi, anche se ci fosse un massiccio sell-off nel mercato azionario che finisse per influenzare le criptovalute, ci sono dati disponibili che mostrano che i cicli di mercato bitcoin potrebbero molto probabilmente riprendere il loro controllo ferreo dei prezzi. 

Bitcoin contro azioni: Una battaglia di supremazia tra forze opposte

Se mai dovessimo assistere a un crollo a breve termine, non c'è uno straccio di prova al momento per suggerire che il prezzo del BTC non reagirà. Supponiamo per un minuto che un crollo del mercato azionario avvenga nel 2021, quello che seguirà in seguito sarà una lotta tra i cicli di mercato di bitcoin e gli effetti di una flessione economica sostenuta. 

Tuttavia, supponendo che l'effetto del primo possa superare il secondo di diciamo un incremento, renderà senza dubbio l'bitcoin un attraente bene rifugio (cioè in assenza di molte altre alternative). Se ogni altro asset sta vivendo una spirale al ribasso, tutto ciò che bitcoin deve fare è mantenere il suo valore per tentare gli investitori. E dovrebbe bitcoins dimezzamento ciclo dimostrano di negare del tutto l'effetto di una flessione sostenuta del mercato, significherebbe semplicemente che bitcoin sarà l'unica attività ragionevole per continuare a offrire l'opportunità di un rendimento robusto durante una flessione economica. 

Secondo il co-fondatore della no-profit blockchain Sean Rach, la criptovaluta diventerà alla fine un asset attraente per i cercatori di alfa. Parlando di questo, ha aggiunto che, "La crescente insoddisfazione per il sistema finanziario, così come la storia di tutte le valute fiat, significa che la ricerca di alternative rimane un fattore positivo per la crescita dei mercati crypto", Parlando a Cointelegraph, il CEO e fondatore di Quantum Economics, Mati Greenspan ha detto questo sulle criptovalute:

"Nella breve storia della crypto asset class, il mercato dei token si è ampiamente mosso in linea con altri asset di rischio come le azioni e le materie prime. Essi tendono a reagire particolarmente bene alla stampa di denaro delle banche centrali. Tuttavia, c'è ancora molto spazio per la crescita nelle cripto, dato che è in gran parte nella fase iniziale di sviluppo. Quindi, anche se vediamo le azioni colpire un top, non credo che avrà un impatto sostenuto sugli asset digitali".

Infine, è sempre importante ricordare che i crash sono scenari a breve termine. Certo, possono essere dolorosi, ma uno sguardo al lungo termine è dove le cose diventano piuttosto rischiose e interessanti. Supponiamo per un minuto che le azioni sperimentino un periodo prolungato di sentimenti di mercato ribassisti mentre la macroeconomia si riprende, ciò che probabilmente seguirà sarà un'opportunità per gli investitori di fare un affare una volta che le criptovalute saranno esplose. Così, mentre la correlazione a breve termine potrebbe essere piuttosto difficile da evitare, c'è ogni probabilità che la cripto potrebbe finire per favorire i mercati a lungo termine. 

Notizie correlate

it_ITItalian