Cos'è un DAO?

Il crypto lo spazio sta avanzando a una velocità incredibile che stiamo cominciando a vedere un aumento di nuovi ecosistemi all'interno del spazio crittografico. Uno di questi ecosistemi è l'organizzazione autonoma decentralizzata (DAO). Per cominciare, un'organizzazione autonoma decentralizzata è un'entità unica che non ha una leadership centrale. All'interno di questo tipo di entità, le decisioni sono prese dal basso verso l'alto. Inoltre, l'entità è governata da una comunità che è organizzata intorno a una serie specifica di regole e applicata su un Rete blockchain

Per capire cosa stiamo cercando di dire, vogliamo che vediate i DAO come organizzazioni native di internet che sono collettivamente possedute e gestite dai loro membri. Questi tipi di organizzazioni hanno tesori incorporati appositamente progettati che possono essere accessibili solo dopo l'approvazione dei membri. Le decisioni all'interno delle DOA sono prese tramite proposte e i membri devono votare durante un periodo specificato.

I DOA non sono come qualsiasi altro ecosistema che abbiamo visto nello spazio crypto. Inoltre, operano senza gestione gerarchica. E sì, possono avere un gran numero di scopi, compreso il funzionamento come una rete di freelance dove i contratti mettono in comune i loro fondi per le sottoscrizioni di software, società di capitale di rischio di proprietà di un gruppo di organizzazioni benefiche dove i membri approvano i fondi. Ci sono un sacco di aree in cui le DOA possono operare senza problemi. 

Prima di approfondire, vorremmo prendere un minuto per affermare categoricamente che c'è una differenza tra DAO, un'organizzazione internet-nativa, e The DAO, uno dei primi progetti di criptovalute ad esplorare la genialità del DOA. Per tua informazione, The DAO era un progetto unico lanciato nel 2016. Sfortunatamente, il progetto è fallito e ha portato ad una spaccatura del Rete Ethereum

DOA: Come funziona?

Proprio come abbiamo detto fin dall'inizio, un DAO è un'organizzazione che è governata dalla sua robusta comunità. All'interno di tali organizzazioni, le decisioni sono prese dal basso verso l'alto. Mentre ci sono tonnellate di modi per partecipare a un DAO, il più popolare è attraverso la proprietà di un token. 

DAO opera attraverso contratti intelligenti progettati in modo unico, che sono fondamentalmente gruppi di codice che si eseguono automaticamente una volta che certi criteri sono soddisfatti. Anche se la rete Ethereum è stata la prima ad implementare il concetto di contratti intelligenti, molti progetti implementano contratti intelligenti sul loro indigeno blockchain al giorno d'oggi. 

Questi contratti intelligenti di solito contengono le regole del DAO. E i membri con una partecipazione in un DAO, hanno diritto di voto, che permette loro di influenzare il modo in cui l'organizzazione opera semplicemente decidendo o creando nuove proposte di governance. 

Questa brillante caratteristica impedisce ai DOA di essere spammati di proposte. Una proposta sarà approvata solo quando la maggioranza delle parti interessate è d'accordo su di essa. Tuttavia, come viene determinata la maggioranza differisce da DAO a DAO ed è chiaramente specificato negli smart contracts. 

Una cosa che amiamo dei DAO è che sono completamente autonomi e trasparenti. E questo non ci sorprende, soprattutto considerando che sono costruiti su blockchain open-source, rendendo possibile a chiunque visualizzare il loro codice. Inoltre, chiunque può controllare le tesorerie integrate dell'organizzazione, dato che l'blockchain registra tutte le transazioni finanziarie. 

Il pranzo del DAO e le tre fasi principali

Prima che un DAO sia lanciato, deve passare attraverso tre passi principali e li vedremo tra poco. 

Creazione di contratti intelligenti: Il primo passo comporta la creazione di un contratto intelligente, che può essere fatto da uno sviluppatore o da un gruppo di sviluppatori dietro il DAO. Una volta che lo smart contract è stato lanciato, le regole possono essere cambiate solo attraverso il sistema di governance. Ciò significa che gli sviluppatori devono effettuare test approfonditi sui contratti intelligenti per assicurarsi di non trascurare alcun dettaglio importante. 

Finanziamento: Dopo che il team deve aver creato il suo contratto intelligente, il DAO deve determinare chiaramente come riceverà i fondi e come verrà attuata la governance. La maggior parte delle volte, i DAO vendono i loro token nativi per raccogliere fondi. D'altra parte, questi token danno ai possessori diritti di voto. 

Schieramento: Dopo che tutto è pronto, la prossima cosa da fare è distribuire il DAO sul blockchain. Questo punto è anche dove le parti interessate decidono sul futuro dell'organizzazione. Inoltre, il team dietro questo progetto, cioè i creatori dei contratti intelligenti, non hanno più un'influenza sul progetto più degli altri stakeholder. 

Perché i DAO sono importanti?

Poiché le DAO sono organizzazioni native di internet, hanno molti vantaggi rispetto alle organizzazioni tradizionali e ne conoscerete alcuni a breve. Uno dei vantaggi più significativi del DOA è la mancanza di fiducia necessaria tra due entità. Mentre la tua tipica organizzazione tradizionale si basa pesantemente sulla fiducia delle persone dietro di essa, soprattutto per quanto riguarda gli investitori, con i DOA, i membri devono fidarsi solo dei codici. 

Fidarsi di un codice non è poi così difficile, soprattutto considerando che il codice è disponibile pubblicamente e può essere testato prima di essere lanciato. Inoltre, ogni azione eseguita su un DAO dopo che è stato lanciato è soggetta all'approvazione della comunità. Inoltre, i DAO sono governati da una completa trasparenza. 

Anche se DOAs non ha una struttura gerarchica, l'organizzazione può realizzare senza soluzione di continuità i compiti e crescere anche se è controllata da stakeholder che detengono il suo token nativo. L'assenza di gerarchia significa che ogni stakeholder può condividere un'idea innovativa che l'intera comunità può considerare e migliorare. Con i DAO, le controversie interne sono facilmente risolte attraverso un robusto sistema di voto che è in linea con le regole pre-scritte nei contratti intelligenti. 

Dando agli investitori l'opportunità di sondare i fondi, i DAO rendono possibile agli investitori di investire in startup in fase iniziale e progetti decentralizzati. Con i DAO, ogni investitore condivide i rischi di profitti che possono derivare dal progetto. 

Comprendere il dilemma principale-agente

Uno dei maggiori vantaggi delle DOA è che forniscono una soluzione robusta al dilemma principale-agente. Per coloro che sono nuovi alle DOA, il dilemma principale-agente si riferisce al conflitto di priorità tra una persona o un gruppo e gli altri che prendono le decisioni e le eseguono. 

I problemi sono destinati a verificarsi, specialmente quando si tratta della relazione tra gli stakeholder e un CEO. L'agente, che è il CEO, può lavorare al di fuori delle aspettative degli stakeholder invece di agire nell'interesse del principale. 

Un altro ottimo esempio del dilemma principale-agente si verifica quando l'agente prende rischi incredibili perché il principale porta il peso del rischio. Per esempio, un trader può decidere di usare una leva eccessiva per rincorrere un bonus di rendimento, perché sa che l'organizzazione compenserà eventuali perdite. 

Grazie alle DAO, non ci si deve mai preoccupare del dilemma principale-agente perché i protocolli di governance della comunità impediscono che questo scenario si verifichi. Inoltre, gli stakeholder si uniscono a una DAO senza alcun tipo di persuasione o coercizione. Inoltre, fanno la loro due diligence per capire le regole che governano il DAO. Con DAO, gli investitori non devono fidarsi di nessun agente che agisce per loro conto, invece, lavorano come una squadra poiché hanno un obiettivo comune da raggiungere.

Inoltre, dal momento che i detentori di token hanno un interesse unificato, si può dire addio a qualsiasi tipo di comportamento malevolo o tentativo di aggirare il sistema in quanto vogliono che la rete abbia successo in modo da non perdere la loro quota. Agire contro un DAO significa agire contro il loro interesse personale. 

Una panoramica di The DAO?

Il DOA è stato il primo esempio reale di organizzazioni autonome moderne. Questo progetto è stato lanciato nel 2016 e doveva essere un automatizzato organizzazione che funzionava come una forma di fondo di capitale di rischio. 

Gli investitori che avevano i token DOA hanno goduto di diversi benefici, tra cui il profitto investimenti sia attraverso un apprezzamento simbolico che attraverso i dividendi. Quando DOA ha preso il via nel 2016, è stato definito un progetto rivoluzionario. Inoltre, il team dietro questo progetto è stato in grado di raccogliere quasi $150 milioni in Ethereum. A quel tempo, The DAO era uno dei più grandi sforzi di crowdfunding del suo tempo. 

Il DOA è stato lanciato ufficialmente il 30 aprile 2016, dopo che Christoph Jentzsch, che allora era l'ingegnere del protocollo Ethereum, ha rilasciato l'open-source codice per un Ethereum alimentato dall'organizzazione di investimento. Gli investitori sono stati in grado di investire in token DAO semplicemente trasferendo ETH ai contratti intelligenti del progetto. 

Pochi giorni dopo la messa in funzione del progetto, alcuni sviluppatori hanno espresso serie preoccupazioni su un bug nel contratto intelligente DAO, che potrebbe essere usato come una scappatoia per dirottare i fondi. Mentre il team dietro il progetto ha messo in atto una proposta di governance per correggere il bug, non hanno agito abbastanza velocemente e un hacker malintenzionato ha approfittato della falla e ha trafugato $60 milioni di ETH dal portafoglio di The DAOs. 

Tra il 2016, quando il progetto è stato lanciato, quasi 14% dell'Ethereum in circolazione è stato investito nel progetto DAO. Quindi l'attacco maligno è stato un colpo significativo per i DAO e la rete Ethereum, che all'epoca aveva un anno di vita. L'attacco ha stimolato un serio dibattito all'interno della comunità Ethereum, mentre i membri riflettevano su cosa fare. Inizialmente, il co-fondatore di Ethreum, Vitalik Buterin, ha suggerito un soft fork per mettere in lista nera l'indirizzo dell'aggressore e impedire il trasferimento dei fondi. Ma l'attaccante o almeno qualcuno che si spaccia per lui ha risposto al suggerimento di Vitalik Buterin affermando che i fondi sono stati ottenuti legalmente secondo le regole del contratto intelligente DAO. Gli attaccanti hanno anche affermato che istituiranno azioni legali contro chiunque abbia cercato di sequestrare i fondi. 

Il team dietro l'attacco ha anche minacciato di corrompere i minatori utilizzando i fondi rubati nel tentativo di contrastare qualsiasi tentativo di soft fork. Alla fine, un hard fork è stato scelto come risposta al problema. L'hard fork è stato infine implementato per tornare indietro nella storia della rete Ethereum prima che il DAO fosse violato. Alla fine, i fondi rubati sono stati riassegnati ad un contratto intelligente che ha permesso agli investitori di ritirarli. Alcune persone non erano d'accordo con la mossa, rifiutando l'hard fork nella sua interezza. Successivamente, questo gruppo si è schierato con una versione precedente della rete, soprannominata Ethereum Classic. 

Cosa non ci piace dei DAO

Mentre le organizzazioni autonome decentralizzate sembrano fantastiche sulla carta, non sono perfette. Sono una tecnologia piuttosto nuova all'interno dello spazio crittografico e hanno attirato un sacco di critiche, a causa di questioni persistenti riguardanti la loro struttura, sicurezza e legalità. 

Una rivista tecnologica del MIT, per esempio, ha dichiarato che considera una pessima idea fidarsi delle masse con importanti decisioni finanziarie. Mentre questa era la sua posizione nel 2016, non sembrano aver cambiato i loro pensieri sui DAO. Inoltre, l'hack DAO ha messo un chiodo sulla bara, dato che la gente ha sollevato serie preoccupazioni sulla sicurezza e sui difetti del contratto intelligente che possono essere difficili da risolvere, anche se vengono individuati. 

Inoltre, i DOA possono essere distribuiti in più giurisdizioni. Inoltre, non c'è un quadro legale per loro. Qualsiasi problema legale che potrebbe verificarsi alla fine richiederà molto probabilmente che le persone coinvolte si scontrino con numerose leggi regionali. 

Nel luglio 2017, per esempio, la United States Securities and Exchange Commission ha pubblicato un rapporto su The DAO, sostenendo che il progetto ha venduto titoli sotto forma di token sulla rete Ethereum senza alcuna forma di autorizzazione. Con questa mossa, l'agenzia ha ritenuto che il progetto ha violato una parte delle leggi sulla sicurezza del paese. 

Principali esempi di DAO

Le organizzazioni autonome decentralizzate hanno generato un sacco di buzz e trazione negli ultimi due anni e ora sono state completamente incorporate in molti progetti blockchain. Oggi, l'ecosistema della finanza decentralizzata (DeFi) sfrutta i DAO per consentire alle applicazioni di diventare completamente decentralizzate. Facciamo alcuni esempi per farvi capire cosa stiamo cercando di dire. 

Per molti esperti del settore crypto spazio, il Bitcoin (BTC) è il primo esempio di DAO. E questo non ci sorprende, soprattutto se si considera che la rete bitcoin La rete si scala attraverso l'accordo della comunità, anche se la maggior parte dei partecipanti alla rete non si è mai incontrata. Inoltre, la rete bitcoin non ha un meccanismo di governance organizzato, ma i nodi e i minatori devono segnalare il loro sostegno. 

Tuttavia, secondo gli standard odierni, Bitcoin non è considerato un DAO. Se dobbiamo seguire le misure attuali, allora Dash sarebbe la prima vera rappresentazione di un DAO e questo perché il progetto ha un protocollo di governance che permette agli investitori di votare sull'uso della sua tesoreria. 

Altre DOA più avanzate e complicate, tra cui reti decentralizzate costruite su Ethereum blockchain, sono responsabili di alcuni dei progetti di stablecoins sostenuti da criptovalute che abbiamo visto negli ultimi due anni. In alcuni scenari, le organizzazioni che hanno inizialmente lanciato questi DOA alla fine cedono il controllo del progetto alla comunità. Con questa mossa, i possessori di token possono votare attivamente sulle proposte di governance per assumere nuovi collaboratori, regolare i parametri o aggiungere token come garanzia per le loro monete native. 

Nel 2020, uno dei principali protocolli DeFi ha lanciato il proprio token di governance. Questo token è stato distribuito tramite un processo di estrazione della liquidità. Sulla base di questo design, chiunque abbia interagito con il protocollo viene ricompensato con token nativi. Anche altri progetti nello spazio crypto hanno replicato lo stesso modello. 

Ad essere onesti, la lista dei DAO è ampia. Ancora di più, il brillante concetto di DAO ha guadagnato trazione nel corso degli anni. Mentre alcuni progetti sono ancora sulla strada per raggiungere la piena decentralizzazione attraverso il modello DAO, facciamo subito sapere che il modello DAO ha solo pochi anni. Dato questo fatto singolare, il modello deve ancora raggiungere il suo pieno obiettivo. 

Dato il fatto che le organizzazioni native di internet hanno il potenziale per cambiare completamente il modo in cui le organizzazioni lavorano, il concetto ha ancora un sacco di aree grigie legali che deve affrontare. Alla fine, ci aspettiamo che sempre più progetti all'interno dello spazio crypto adottino il modello DAO. 

Correlato

it_ITItalian