Mining di Bitcoin: Le tre sedi principali nel mondo

Profitto di Bitcoin

Il mining di Bitcoin è un processo attraverso il quale i Bitcoin vengono rilasciati e aggiunti alla circolazione.

I minatori di Bitcoin sono essenziali per il successo della rete Bitcoin. Senza di loro la moneta digitale non potrebbe funzionare.

Gli investitori cercano la moneta digitale come asset alternativo.

Negli ultimi due anni il Bitcoin ha aumentato il suo valore e la sua popolarità.

Attualmente, il numero di Bitcoin che verranno prodotti è limitato a 21 milioni.

Ci sono ancora bitcoin disponibili per essere estratti fino al raggiungimento di questo limite, ma la creazione di nuovi bitcoin sta diventando sempre più difficile.

Mining di Bitcoin: cos'è

Il mining di Bitcoin consiste nell'utilizzare la potenza di calcolo per risolvere i complessi algoritmi di verifica e aggiunta delle transazioni alla Blockchain.

I minatori svolgono un ruolo importante in questo processo, in quanto garantiscono che la rete Bitcoin rimanga sicura e funzioni correttamente.

Il mining di Bitcoin è diventato così intensivo dal punto di vista energetico che i minatori sono costretti a continuare a estrarre il più a lungo possibile.

La ricompensa in Bitcoin per ogni blocco scoperto è un potente incentivo a continuare il mining.

A questo punto è necessario sottolineare la relazione tra il mining di Bitcoin e il consumo energetico.

Il mining di Bitcoin era inizialmente semplice e i minatori potevano utilizzare i loro personal computer per creare nuovi blocchi.

I minatori hanno bisogno di attrezzature specializzate e di aria condizionata per mantenere la temperatura costante.

Le preoccupazioni per l'elevato consumo di energia e il raffreddamento intensivo richiesto sono cresciute in popolarità.

Nel gennaio 2022, la domanda di energia nel settore del mining di Bitcoin ha raggiunto un picco storico, secondo il grafico sottostante.

Fonte: Investment Monitor Investment Monitor

Gli attori principali stanno esplorando i mezzi per ridurre al minimo l'impatto ambientale e massimizzare l'efficienza energetica.

Sedi globali di estrazione di Bitcoin

Sono tre le principali località del mondo in cui si svolge l'attività di mining di Bitcoin: Cina, Stati Uniti ed Europa.

La Cina ospita alcune delle più grandi miniere di Bitcoin al mondo.

Ed è stato un Paese leader nel mining di Bitcoin fin dai primi giorni della moneta digitale.

Per anni, i minatori cinesi hanno approfittato di elettricità e terreni a basso costo per estrarre Bitcoin.

Tuttavia, la situazione è cambiata quando le autorità di regolamentazione cinesi hanno dato un giro di vite agli scambi di criptovalute e alle ICO.

Gli Stati Uniti sono diventati leader nel mining di Bitcoin a seguito del divieto della Cina.

Ciò è stato favorito dall'accettazione del settore da parte dell'opinione pubblica e dall'accesso a fonti energetiche rinnovabili e poco costose.

Il Texas è uno Stato favorevole alle criptovalute che ha deregolamentato la propria rete elettrica e offre prezzi spot.

Tra il Texas e il Kazakistan

Mentre il Texas è impegnato a produrre energia pulita, il Kazakistan è un Paese che fornisce energia da carbone a basso costo.

Il boom minerario del Paese è stato criticato per alcuni motivi, tra cui l'inquinamento ambientale, le rivolte e l'instabilità politica della regione.

Il Paese offre le condizioni ideali per l'estrazione di Bitcoin, grazie all'enorme superficie per i macchinari e ai bassi costi energetici.

E il tempo adatto, ma le interruzioni di internet e la forte tassazione sull'attività mineraria potrebbero invogliare i minatori a cercare opzioni alternative.

La Russia e l'estrazione di Bitcoin

Infine, ma non meno importante, la Russia è rimasta una delle principali fonti di operazioni di mining di Bitcoin.

In precedenza la banca centrale aveva indicato che avrebbe potuto limitare le criptovalute nel Paese, ma la situazione sembra essere cambiata.

La Federazione Russa ha invaso l'Ucraina e la comunità internazionale ha imposto sanzioni che la escludono di fatto dal commercio globale. 

Secondo quanto riportato da Bloomberg, la Russia potrebbe fare ancora più affidamento sul mining di Bitcoin per acquisire liquidità nel Paese.

Nonostante il suggerimento della banca di vietare l'attività estrattiva, il Presidente russo Vladimir Putin ha appoggiato questa pratica.

Notizie correlate

it_ITItalian