In un’intervista alla CNBC, Mastercard dichiara che assisterà le banche nell’offerta di trading di criptovalute ai loro clienti. L’azienda di pagamenti è motivata a rendere più semplice per le banche il coinvolgimento in crypto in modo che più persone possano accedervi.

Mastercard aspira a diventare un “ponte” tra le banche e la criptovaluta Paxos trading piattaforma. Quest’ultimo è già utilizzato da PayPal per fornire servizi di crittografia nel Regno Unito.

Mastercard sarà responsabile della sicurezza e di assicurarsi che tutto sia legale. Ecco perché le banche non vogliono essere coinvolte nelle criptovalute.

Molte persone sono interessate alle criptovalute.

Le criptovalute cambiano costantemente di valore e c’è anche l’attuale instabilità causata dal crollo di Terra LUNA. Questo ha portato molti fornitori di servizi a dichiarare bancarotta, come Celsius e Voyager Digital.

Anche se ci sono dei rischi, Mastercard ritiene che ci siano molti clienti interessati alle criptovalute.

Secondo il Chief Digital Officer di Mastercard, Jorn Lambert. Il sondaggio mostra che le persone desiderano ancora gli asset digitali, anche se 60% preferirebbero esplorare l’opzione attraverso le banche tradizionali.

Durante l’intervista con la CNBC Jorn Lambert afferma:

“Molte persone sono interessate alle criptovalute ma si sentirebbero più sicure investire se i loro istituti finanziari offrissero il servizio. Le criptovalute fanno ancora un po’ paura ad alcuni”.

Lambert afferma inoltre che:

“L’inverno delle criptovalute non è la fine criptovalutanonostante ciò che alcuni potrebbero pensare. In realtà, con l’entrata in vigore della regolamentazione, le piattaforme di criptovalute saranno più sicure e nei prossimi anni vedremo risolversi molti dei problemi attuali”.

Le banche hanno puntato sulle criptovalute ma si sono rifiutate di offrirle ai clienti

Grandi società di investimento come Morgan Stanley, Goldman Sachs e JPMorgan. hanno creato dei team per studiare la sfera delle criptovalute, ma non hanno ancora fornito il prodotto ai clienti.

Solo la settimana scorsa, in occasione di un evento dell’Institute for International Finance, l’amministratore delegato di JPMorgan, Jamie Dimon, ha definito le criptovalute uno “schema Ponzi decentralizzato”.

Se le banche stringono una partnership con Mastercard come Paxos. Questo comporterebbe una maggiore concorrenza per i noti exchange di criptovalute, soprattutto quelli con sede negli Stati Uniti, come Coinbase.

Il collaudo del prodotto avrà luogo nel primo trimestre del 2023.

Nel primo trimestre del 2023, Mastercard introdurrà un prodotto che seguirà le regole di conformità delle criptovalute per contribuire alla regolamentazione. Il prodotto verificherà le transazioni e fornirà servizi antiriciclaggio e di monitoraggio dell’identità.

Sebbene Lambert si rifiuti di dichiarare quali banche siano state selezionate per il progetto pilota, afferma che, una volta completata la fase di prova, la società di pagamenti renderà disponibile il prodotto in altre località. La società di pagamenti renderà disponibile il prodotto in altre località.

Informazioni su Mastercard

Mastercard è un’azienda tecnologica globale che mette in contatto consumatori, istituzioni finanziarie, commercianti, governi e aziende con pagamenti elettronici veloci, sicuri e affidabili.

Mastercard opera in oltre 210 Paesi e ha oltre 2 miliardi di carte in circolazione. Questa mossa segna l’ultimo sforzo di Mastercard per entrare nel settore in rapida crescita delle criptovalute.

L’azienda si è inoltre recentemente unita alla Libra Association, il progetto di valuta digitale proposto da Facebook. Oltre ad aver aderito all’Enterprise Ethereum Alliance, un’organizzazione che si occupa di utilizzare la tecnologia blockchain per scopi commerciali.

Questo annuncio segue anche il deposito da parte di Mastercard di un brevetto per il suo sistema di pagamento basato su blockchain nel 2017.

Con l’assistenza di Mastercard, le banche possono ora offrire ai loro clienti la possibilità di utilizzare le criptovalute per gli acquisti. Questo non solo apre più opzioni di pagamento per i consumatori, ma permette anche alle banche di attingere al mercato potenzialmente lucrativo delle criptovalute.

Cosa ne pensate dell’ultima mossa di Mastercard? Scrivete nella sezione commenti e condividete con noi il vostro pensiero!

Avatar
James Atkins

I have been writing copy for blockchain-related projects since 2017. I understand the importance of being able to communicate clearly and effectively with both technical and non-technical audiences. By leveraging my understanding of the crypto industry trends, I can help increase adoption in this rapidly evolving landscape.