Il Polizia sudcoreana chiedere crypto scambi per fermare i beni della Luna Foundation Guard (LFG). Un’organizzazione senza scopo di lucro costituita per assistere la Terra (LUNA). criptovaluta, secondo quanto riportato dalle notizie.

Citando una fonte del settore, il 16 maggio l’organo di stampa locale JoongAng Ilbo ha riferito che l’unità per la criminalità informatica dell’agenzia di polizia metropolitana di Seoul. aveva chiesto alle borse sudcoreane di impedire a LFG di ritirare o trasferire i suoi asset digitali.

Secondo una trasmissione della KBS di lunedì, la divisione per la criminalità informatica dell’Agenzia di polizia metropolitana di Seoul ha inviato lettere a diverse borse. Esortandole a impedire i prelievi di fondi aziendali avviati dall’LFG.

La divisione criminalità informatica dell’Agenzia nazionale di polizia sudcoreana avrebbe chiesto alle borse di criptovalute locali di congelare i beni di LFG, un’organizzazione sudcoreana di criptovalute.

La polizia sudcoreana avrebbe avviato un’indagine su LFG. Dopo essere stata accusata di aver sottratto i fondi degli investitori e di non aver pagato i rendimenti promessi.

LFG è accusata di aver gestito uno schema Ponzi che ha raccolto 300 miliardi di won (circa $270 milioni) da oltre 8.000 investitori. L’organizzazione avrebbe promesso rendimenti annuali.

La divisione per la criminalità informatica ha chiesto agli exchange di impedire il prelievo dei fondi aziendali da parte di LFG. La polizia sudcoreana avrebbe chiesto agli exchange di criptovalute di congelare i beni di un’organizzazione locale di criptovalute accusata di gestire uno schema Ponzi.

Secondo il rapporto, i membri della squadra investigativa della 1a Unità di investigazione sul crimine informatico. sono convinti che i fondi rubati dal crollo di LUNA siano conservati nei conti di LFG, per cui è giustificato un congelamento.

Scambi non obbligati

Nonostante la richiesta della Polizia, la KBS sostiene che attualmente le borse non sono tenute a farlo. Secondo la KBS, le borse sono libere di agire come meglio credono perché non vi è alcun obbligo legale che le vincoli.

Inoltre, le borse sudcoreane potrebbero non essere in grado di soddisfare la richiesta, se l’LFG non possiede conti su tali piattaforme.

La notizia arriva nel contesto di un’importante stretta sui crimini legati alle criptovalute in Corea del Sud. Proprio ieri, un altro rapporto ha affermato che l’agenzia fiscale del Paese è pronta a indagare su quasi 60 importanti scambi di criptovalute.

Il valore della stablecoin LUNA e di TerraUSD (UST) è crollato significativamente a luglio. Il de-peg dal dollaro a zero della stablecoin ne ha causato il crollo.

Il prezzo della moneta LUNA è sceso di 99%, innescando un’azione legale contro Terraform Labs. Oltre a potenziali regolamenti più severi da parte delle autorità di regolamentazione, tra cui i legislatori sudcoreani.

Tra tutti questi, ci sono punti interrogativi su come LFG abbia gestito le proprie riserve. L’organizzazione ha indicato di aver speso 80.000 BTC per mantenere il peg UST.

L’unità di criminalità informatica dell’Agenzia nazionale di polizia sudcoreana ha chiesto alle borse di criptovalute locali di congelare i beni legati alla situazione. Secondo un rapporto dell’agenzia di stampa economica The Bell.

LFG è un’organizzazione di criptovalute con sede in Corea del Sud che ha gestito il progetto Terra. Il gruppo è stato recentemente messo sotto accusa per la sua gestione delle riserve durante il peg

Un’informazione della LFG del 16 maggio rivela. Che il suo saldo di riserve comprendeva 39.914 BNB, 313 Bitcoine 1.973.554 AVAX, oltre a 222 milioni di LUNA e 1,8 miliardi di UST.

Da allora il valore delle attività è diminuito, ma il loro valore è ancora di circa $13 milioni.

LFG è una criptovaluta con sede in Corea del Sud. Non è noto se le autorità sudcoreane abbiano contattato qualche exchange al di fuori del Paese.

La notizia è in fase di sviluppo e verrà aggiornata non appena saranno disponibili ulteriori informazioni.

Avatar
James Atkins

I have been writing copy for blockchain-related projects since 2017. I understand the importance of being able to communicate clearly and effectively with both technical and non-technical audiences. By leveraging my understanding of the crypto industry trends, I can help increase adoption in this rapidly evolving landscape.