Kraken riceve una licenza operativa per le criptovalute negli EAU

Kraken riceve una licenza operativa per le criptovalute negli Emirati Arabi Uniti

Kraken diventa il secondo exchange di criptovalute a ricevere l'approvazione normativa negli Emirati Arabi Uniti, dopo Binance. La società può ora operare nell'ADGM, il centro finanziario internazionale e zona franca di Abu Dhabi.

La decisione segna un'importante pietra miliare per Kraken, che continua a espandere la propria presenza a livello globale. E fornisce agli utenti degli Emirati Arabi Uniti una piattaforma regolamentata per l'accesso a vari asset crittografici.

Oltre a questa approvazione normativa, Kraken ha anche lanciato di recente un nuovo servizio di trading crypto-to-crypto, che consente agli utenti degli Emirati Arabi Uniti di commerciare bitcoin e altre criptovalute rispetto a diverse valute fiat.

Dopo aver ottenuto la licenza, Kraken permetterà agli investitori locali di partecipare al mercato globale delle criptovalute lanciando coppie di trading in dirham (AED).

Questo permette di diversificare le opzioni di coppia commerciale, consentendo agli utenti di utilizzare le loro valute locali piuttosto che le tradizionali sterlina britannica e dollaro USA.

Stabilire relazioni con le banche locali degli Emirati Arabi Uniti

Con questa nuova licenza di trading, la società di scambio di criptovalute collaborerà con le società di servizi di pagamento locali di Abu Dhabi. Secondo l'amministratore delegato di Kraken, Curtis Ting, ciò contribuirà a portare la liquidità mondiale nello Stato del Golfo.

Oltre alla licenza per gli Emirati Arabi Uniti, Kraken stabilirà rapporti con le banche locali di Abu Dhabi; ciò le consentirà di accedere ai sistemi bancari e di pagamento che contribuiranno a sostenere il suo ingresso nel mercato degli Emirati Arabi Uniti.

Dubai è particolarmente nota per avere grandi crypto following e con un trading annuale volume di oltre $25 miliardi.

Curtis Ting dice:

"È fondamentale per noi fornire l'accesso ai mercati globali e alla liquidità, assicurando che i trader e gli investitori di quella regione abbiano libero accesso alle valute locali [coppia di trading] attraverso la nostra piattaforma di trading".

Preoccupazione per gli scambi di criptovalute in Medio Oriente

Anche se Kraken riceve solo una licenza di trading di criptovalute in Medio Oriente. Binance, il suo rivale, possiede già una licenza per il commercio di criptovalute sia a Dubai che in Bahrain.

Il mercato del trading di criptovalute in Medio Oriente continua a crescere. Sarà interessante vedere se altri scambi entreranno nella regione e otterranno le licenze necessarie per operare.

In seguito all'afflusso di diversi exchange di criptovalute regolamentati in Medio Oriente, anche le società locali stanno entrando nello spazio delle criptovalute.

Ad esempio, la Citizens School di Dubai ha iniziato ad accettare Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH) come pagamento delle tasse scolastiche, e i pagamenti in criptovaluta vengono immediatamente convertiti in dirham.

Con l'ingresso di un maggior numero di investitori istituzionali e la crescita della consapevolezza sulle criptovalute, è probabile che a breve un numero ancora maggiore di istituzioni inizierà ad accettare le criptovalute come forma di pagamento.

Sintesi

Kraken, uno dei maggiori exchange di criptovalute al mondo, ha appena ricevuto la licenza per operare negli Emirati Arabi Uniti (EAU).

Con questa approvazione normativa, Kraken si posiziona per continuare la sua crescita nel mondo in rapida evoluzione del trading di criptovalute.

Man mano che un numero sempre maggiore di Paesi in tutto il mondo inizia a riconoscere i vantaggi e il potenziale della tecnologia blockchain e delle criptovalute, siamo certi che Kraken sarà in prima linea in questo nuovo ed entusiasmante settore.

Quest'ultimo risultato di Kraken è un'indicazione della sua volontà di rimanere uno dei principali attori globali nello spazio delle criptovalute.

Inoltre, questa notizia aumenterà la fiducia degli investitori nella società e nel suo impegno a fornire una piattaforma sicura e conforme alle norme.

Notizie correlate

it_ITItalian