Bitcoin: una copertura contro la massiccia inflazione negli Stati Uniti

Mentre la criptovaluta ha registrato un calo di circa 30% nell'ultima settimana.

I dati suggeriscono che Investitori di Bitcoin cercano di proteggersi dall'inflazione delle valute fiat, soprattutto negli Stati Uniti.

Il Bitcoin è stato spesso indicato come una copertura contro l'inflazione, e il dollaro USA sta vivendo livelli di inflazione senza precedenti.

Non c'è da stupirsi che gli investitori in Bitcoin negli Stati Uniti guardino alle criptovalute come a un modo per proteggere il proprio denaro.

Il 12 aprile il Bitcoin è salito rapidamente, come si vede nel grafico di trading qui sotto.

Secondo l'Ufficio Statistico del Lavoro degli Stati Uniti.

L'indice dei prezzi al consumo è aumentato di 8,5% su base annua nel mese di marzo, con un aumento impressionante di 1,2% solo in quel mese.

Il rapido aumento suggerisce l'esistenza di una significativa pressione inflazionistica nell'economia degli Stati Uniti.

La Federal Reserve ha faticato a controllare l'inflazione ed è stata messa sotto accusa sia dagli analisti di criptovalute che dagli esperti finanziari tradizionali.

Secondo il professor Steve Hanke, un economista commerciale che crede nel libero mercato.

Questo tipo di aumento dell'IPC è tipico di paesi con economie gravemente sottosviluppate come lo Zimbabwe e il Venezuela.

Secondo Henke, "le banche centrali ci hanno deluso".

E potrebbe essere il momento di esplorare una classe di attività alternativa, come le criptovalute, per evitare i gravi picchi di inflazione.

Bitcoin e mercato azionario tecnologico

Mentre la credibilità del CPI è stata messa in discussione, il mercato S&P 500 è rimasto stabile.

Dopo alcuni mesi di ribasso a causa delle tensioni globali dovute alla guerra tra Russia e Ucraina e alle continue preoccupazioni per la pandemia mondiale.

I legami del Bitcoin con l'industria tecnologica stanno diventando sempre più stretti: le fluttuazioni e i rialzi del prezzo dell'bitcoin seguono i guadagni e le perdite dei titoli tecnologici.

In una recente intervista, il toro del Bitcoin e CEO di MicroStrategy Tim Klein ha dichiarato che, sebbene l'aumento dei prezzi sia preoccupante, non è così negativo come molti pensano.

Secondo Taylor, il Bitcoin sta andando molto meglio di quanto la percezione possa far pensare rispetto all'inflazione.

Secondo Taylor:

"Penso che il Bitcoin stia reggendo abbastanza bene di fronte a quello che è un massiccio aumento della massa monetaria", ha detto.

"La Fed sta facendo quantitative easing per $120 miliardi al mese. Si tratta di 10% del capitale di mercato del Bitcoin che stanno stampando ogni singolo mese.

A me sembra che il Bitcoin stia tenendo testa all'inflazione, e credo che man mano che l'economia inizierà a crescere l'inflazione si farà sentire.

Cosa che credo vedremo nel corso di quest'anno e del prossimo, e che credo sia di buon auspicio per il Bitcoin come riserva di valore".

La correlazione tra azioni e Bitcoin non è ideale per il mercato.

Ma gli indici di forza relativa (RSI) del Bitcoin e delle altre criptovalute suggeriscono che il settore delle criptovalute si riprenderà presto.

Secondo l'analista di Bitcoin BTCfuel, se i precedenti scambi sono un dato di fatto, l'RSI suggerisce ora una forte tendenza rialzista.

L'andamento dei prezzi dei Bitcoin della scorsa settimana

Guardando alle principali tendenze delle criptovalute negli ultimi sette giorni.

Vediamo come l'impennata del Bitcoin guidata dall'IPC l'abbia portato da $39.400 a oltre $40.200.

Sebbene da allora i prezzi siano leggermente diminuiti, il sentimento del mercato rimane ottimista, suggerendo che è possibile un continuo aumento dell'bitcoin.

Con il tasso di inflazione statunitense che ha raggiunto il livello più alto dal 2008.

Diversi investitori si stanno rivolgendo al Bitcoin come copertura contro l'inflazione.

Il Bitcoin è spesso visto come una riserva di valore, simile all'oro, che può essere utilizzata per preservare la ricchezza di fronte all'inflazione.

Quindi, da tutte le indicazioni, nonostante il calo delle criptovalute di circa 30% nell'ultima settimana.

I dati disponibili indicano con forza che gli investitori in Bitcoin negli Stati Uniti stanno cercando di proteggersi dall'inflazione delle valute fiat.

Notizie correlate

it_ITItalian