La fusione di Ethereum potrebbe richiedere più tempo del Q2, sviluppatore

La fusione di Ethereum potrebbe richiedere più tempo del Q2, sviluppatore.

Tim Beiko, uno sviluppatore del Fondazione Ethereumrivela che il passaggio definitivo alla proof-of-stake potrebbe essere soggetto a ritardi.

L'ETH 2.0 sarebbe dovuto entrare nella sua fase finale - ETH 1.0 e ETH 2.0 si sarebbero fusi - nel secondo trimestre di quest'anno.

Tuttavia, Beiko afferma che ciò potrebbe avvenire solo nel corso dell'anno.

Beiko, che ritiene che i minatori di Ethereum non dovrebbero acquistare nuove attrezzature per il mining in questo momento, rivela il ritardo mercoledì mattina presto.

Ha detto che l'ETH 2.0 potrebbe essere rimandato a causa di un "rilascio di bug fix" su cui si sta lavorando.

"Non sarà a giugno, ma nei mesi successivi.

Non c'è ancora una data precisa, ma siamo chiaramente alla fine del PoW su Ethereum", aggiunge.

Questa notizia sarà probabilmente una delusione per gli investitori di ETH che attendevano con impazienza il lancio completo di ETH 2.0.

Il tanto atteso aggiornamento ETH 2.0 doveva inizialmente essere lanciato nel 2020, ma ha subito diversi ritardi.

ETH 2.0 è un importante aggiornamento della rete Ethereum che la vedrà passare da proof-of-work (PoW) a proof-of-stake (PoS).

Ethereum merge: cos'è?

La prima fase di ETH 2.0, la Fase 0, è entrata in funzione il 1° dicembre 2020 con il lancio della Beacon Chain.

Questa fase è stata progettata per gettare le basi di ETH 2.0, compresa l'introduzione del meccanismo di consenso PoS nella rete Ethereum.

ETH 2.0 è un aggiornamento in più fasi che vedrà Ethereum passare dall'attuale algoritmo di consenso PoW a PoS.

Il completamento dell'intero aggiornamento del PF 2.0 dovrebbe richiedere diversi anni.

Tuttavia, la catena Beacon funziona a fianco della Mainnet di Ethereum, che continua a basarsi sul mining per garantire la sicurezza.

Gli sviluppatori di Ethereum lavorano all'ETH 2.0 dal 2015 e il protocollo è stato sottoposto a diverse iterazioni e testnet.

Il processo di lancio dell'ETH 2.0 è iniziato seriamente nel 2020 con il rilascio del contratto di deposito ETH 2.0 il 4 novembre 2020.

La fusione vedrà la Mainnet e la Beacon Chain unirsi, con il mining che sarà completamente rimosso dallo staking come misura di sicurezza.

La "fusione" è vista come l'inizio delle catene di shard, un passo significativo nella ricerca di scalabilità, sicurezza e sostenibilità.

Questo è essenziale per Ethereum, poiché cerca di massimizzare il valore della società.

La rete blockchain supporta ora la maggior parte dei progetti di finanza decentralizzata (DeFi), i token non fungibili (NFT) e altre applicazioni.

L'atteso aggiornamento ETH 2.0 di Ethereum è ancora in programma per il 2022.

Tuttavia, secondo Danny Ryan, la fase finale di "fusione" dell'aggiornamento potrebbe non avvenire prima del secondo trimestre.

ETH 2.0 è una riprogettazione completa della rete Ethereum e viene realizzata in più fasi.

La fase finale, ETH 2.0 Fase 1, vedrà il lancio della ETH 2.0 Beacon Chain. Seguirà la Fase 2 di ETH 2.0, che introdurrà le catene di shard.

Vale la pena notare che l'ETH 2.0 non è un hard fork ed è retrocompatibile con l'ETH 1.0; ciò significa che gli indirizzi dell'ETH 1.0 sono ancora utilizzabili sull'ETH 2.0.

Pensieri finali

Gli appassionati di Ethereum saranno delusi da questo annuncio; mentre alcuni investitori aspetteranno, altri potrebbero non essere in grado di aspettare.

Tuttavia, ciò che è certo è che questa notizia influenzerà il valore di mercato di Ethereum in un modo o nell'altro.

Sarebbe bello sapere cosa ne pensate di questo ritardo nella fusione di Ethereum.

Notizie correlate

it_ITItalian